#FattiDelGiorno del 21 maggio 2021. Ecco le notizie scelte per voi:

G20 SALUTE, DRAGHI: «VACCINARE IL MONDO RAPIDAMENTE». VON DER LEYEN: «ASSICURARE VACCINI A TUTTI ENTRO IL 2021»

Il premier Draghi aprendo il Global Health Summit a Roma ha affermato che «si deve vaccinare il mondo rapidamente, la priorità è vincere la pandemia in vista di quelle future». Per von der Leyen l’obiettivo del Summit è quello di «assicurare vaccini a tutti, entro il 2021, 100 milioni di dosi ai Paesi a basso-medio reddito». L’Italia – ha annunciato Draghi – «intende aumentare in modo significativo il suo contributo e incrementarlo di almeno 300 milioni di euro». Xi Jinping, invece, ha assicurato che «dalla Cina arrivano altri 3 miliardi di dollari in aiuti per i prossimi 3 anni nei paesi in via di sviluppo».

G20 SALUTE

 

LA DICHIARAZIONE DI ROMA E IL GLOBAL HEALTH SUMMIT

La bozza della Dichiarazione di Roma che verrà approvata al Global Health Summit si compone di cinque pagine e sedici principi destinati a cambiare l’approccio dei grandi del mondo nella lotta alla pandemia. Principi che servono ad «un orientamento volontario nell’azione presente e futura per la salute globale». Obiettivi «per migliorare la preparazione nella risposta e nella prevenzione, per una risposta coordinata e resiliente». L’impegno per «sfruttare le sinergie e mettere a frutto le competenze delle organizzazioni e delle piattaforme pertinenti per facilitare la condivisione dei dati, lo sviluppo di capacità, gli accordi di licenza e il trasferimento volontario di tecnologia e know-how a condizioni concordate».

Global Health Summit 2021

 

LA REAZIONE DI SALVINI ALLA TASSA DI SUCCESSIONE

Ieri il premier Draghi ha smentito il segretario del Pd, Enrico Letta, che ha proposto una tassa di successione sui grandi patrimoni per aiutare i giovani con una dote da 10 mila euro per i diciottenni. Draghi frena: «Non ne abbiamo mai parlato, non l’abbiamo mai guardata ma non è il momento di prendere i soldi ai cittadini, ma di darli. L’economia è ancora in recessione». Salvini, a tal proposito, fa proprie le parole del premier sulla proposta di Letta: «Trovo allucinante che si possa pensare a una nuova tassa», afferma.

Matteo Salvini

 

MATTEO SALVINI E LE RIAPERTURE: «VEDIAMO DI CORRERE ANCORA DI PIÙ»

«Siamo molto contenti delle riaperture ottenute, tanti negozi sono finalmente tornati al lavoro, vista la situazione, visto il buon senso mostrato dagli italiani, vediamo di correre ancora di più, di accelerare con tutte le riaperture». Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini.

Salvini assolto

 

RONZULLI SUL CASO «DDL ZAN»

«Ci siamo impegnati ad approvare una legge che contrasti l’omofobia in questa legislatura e siamo determinati a farlo, ma vogliamo una buona legge, perché una norma sbagliata non è mai la soluzione al problema che si vuole risolvereQuello Zan è un testo pasticciato e quindi abbiamo presentato un ddl per dare un ulteriore e fattivo contributo a una discussione che altrimenti rischia di arenarsi». Lo ha detto Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato e responsabile del movimento azzurro per i rapporti con gli alleati, ai microfoni di Radio 24.

ronzulli

 

SEMPLIFICAZIONI: DEROGA APPALTI AL 2026. LANDINI: «SCIOPERIAMO SOPRINTENDENZA UNICA E ITER PIÙ VELOCE PER OPERE DEL RECOVERY»

Proroga di 5 anni per le deroghe al codice degli appalti previste dal decreto di luglio dello scorso anno, ma con modifica delle soglie per i contratti senza gara. Lo prevede una bozza del decreto semplificazioni non definitiva. Una scelta che provoca la reazione della Cgil con Landini che a Radio 24 annuncia: «Siamo contrari, lo abbiamo detto e lo ribadiamo, alla liberalizzazione del subappalto e alla logica delle gare al massimo ribasso». Se nel prossimo Decreto Semplificazioni «ci sono queste due cose, si arriva anche alla mobilitazione generale».

Landini

 

SCATTA IL CESSATE IL FUOCO, ISRAELE E HAMAS CANTANO VITTORIA

Regge il cessate il fuoco iniziato alle 2 della notte scorsa tra Israele e Hamas dopo 11 giorni di guerra. Alla tregua si è giunti con la mediazione di Egitto e Onu. Entrambe le parti si intestano la soluzione e cantano vittoria. Pressing europeo per una soluzione politica. Il papa: «seguire la via del dialogo». A Gaza sono stati estratti i corpi di altre vittime e il bilancio delle vittime tra i palestinesi sale a 243, riferisce il ministero Sanità di Hamas, fra loro 66 bambini e 39 donne.

Israele-Hamas