Covid: via libera del Ministero della Salute alla vaccinazione in azienda

È ufficiale: le aziende potranno vaccinare i propri dipendenti. L’accordo è stato firmato dal ministero della Salute e dall’Inail. Le imprese dovranno presentare un piano alle Asl con il numero di dosi richieste dai lavoratori. I costi sono interamente a carico del datore di lavoro, mentre la fornitura dei vaccini e dei dispositivi per la somministrazione (siringhe e aghi) è a carico dei Servizi Sanitari Regionali territorialmente competenti.

Le adesioni alla somministrazione del vaccino dovranno essere realizzate e gestite nel pieno rispetto della scelta volontaria rimessa esclusivamente alla singola lavoratrice e al singolo lavoratore, delle disposizioni in materia di tutela della riservatezza delle informazioni ed evitando ogni forma di discriminazione delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.

La somministrazione del vaccino è riservata ad operatori sanitari e viene eseguita in locali idonei, mentre la registrazione deve essere fatta nel rispetto dei dati personali.