Vaccini, Bertolaso: “Ora la Lombardia è la locomotiva”

Guido Bertolaso

“Sono stato il primo a denunciare a febbraio i problemi e i disagi derivanti da un meccanismo di prenotazione per gli over 80 assolutamente inefficiente. Oggi sono convinto che la Lombardia sia la locomotiva”. Lo dice Guido Bertolaso, in un’intervista al Corriere della Sera, elencando i numeri dei vaccini in Lombardia: “Dei 10 milioni di lombardi, dobbiamo vaccinarne circa 6.700.000. Siamo a 3.500.000 con una dose e sopra il milione immunizzate. A maggio contiamo di fare altre 3 milioni di somministrazioni“, “entro giugno riusciremo a garantire una dose a tutti, non so se sarà immunità di gregge, questo lo lascio stabilire a virologi e epidemiologi”.

I tifosi in piazza per festeggiare lo scudetto dell’Inter? “Se la Roma avesse vinto l’Europa League, cosa improbabile dopo i 6 gol presi a Manchester, non nascondo che magari l’avrei fatto anch’io”, e “se ci saranno problemi fra due settimane li affronteremo”. Infine Bertolaso si smarca da una possibile candidatura a Roma: “Ho ringraziato chi mi voleva sindaco della Capitale, ma non ho cambiato idea. Sono sicuro, gli ho detto di cercarsi qualcun altro”. Altri progetti? “Ci sono amici che mi chiedono di andare ad organizzare la campagna vaccinale in Africa. Mi piacerebbe anche andare al Polo Sud in barca”, conclude.