Francesco Valletta, amministratore delegato di Bludom, protagonista del settore immobiliare da quarantun’anni, ci ha esposto il suo punto di vista circa gli sviluppi del Superbonus 110%,  misura introdotta nel Luglio 2020 con il Decreto Rilancio e oggi più che mai attuale. 

  • In cosa consiste  il Superbonus 110%? 

Il Superbonus è un’agevolazione fiscale (sconto sulle tasse del 110%) che ha lo  scopo di incentivare  il miglioramento energetico di case singole o condomini, l’ammodernamento di tutti gli impianti, la messa in sicurezza delle strutture dal rischio sismico. Ho sentito dire da qualcuno che lo Stato regala al privato soldi per ristrutturare la propria abitazione. Non è vero. Lo Stato dà un bonus sulle tasse il quale viene ceduto all’impresa che a sua volta o lo sconta in banca o lo porta in detrazione sulle tasse che andrà a pagare.”

  • Vanno attuati particolari parametri per poter beneficiare di questo incentivo? 

È importante dire che una delle condizioni perché il bonus sia valido è alzare di almeno  due classi energetiche l’edificio; questo comporta un notevole risparmio su tutti i fronti, energetici e non, e ovviamente un beneficio non irrilevante per l’ambiente. 

Tra gli interventi che si possono attuare vi sono ad esempio i cappotti termici per isolare in modo efficiente la struttura, la  sostituzione di impianti obsoleti di riscaldamento con altri nuovi che hanno dispersioni minime di energia e calore. 

  • Quali vantaggi porta ? 

Il bonus incentiva il privato a compiere  questi ammodernamenti ma automaticamente fa aumentare il Pil per il settore edilizio: con più lavori il fatturato delle imprese di costruzione aumenta, insieme al gettito fiscale dello Stato. Trovo che questo sia un sistema intelligente per rinnovare il parco immobiliare, per dare linfa vitale al mondo dell’edilizia  che negli ultimi dieci anni ha perso oltre 1 milione e mezzo di mano d’opera. I vantaggi che questo bonus reca sono dunque a  360°: tutti gli elementi coinvolti, dal privato cittadino, alle imprese allo Stato, all’ambiente circostante traggono vantaggio da questa misura ed è per tale ragione che spero venga rinnovata ancora per qualche anno.