Salvini: “Riaperture e 40 mld alle imprese, anche grazie alla Lega”

matteo salvini

Vorrei far notare che noi siamo al governo e otteniamo qualcosa. Come la ripartenza e, tanto per dire, il decreto di 40 miliardi, tutto destinato alle imprese. Fossimo stati all’opposizione del governo Draghi, avremmo avuto un decreto-mancia. Forse la Lega al governo serve a qualcosa”. Così Matteo Salvini in un’intervista su Quotidiano Nazionale dove mette in evidenza, rivolgendosi in particolare a Fdi, il ruolo della Lega.

Il 25 aprile è anche patrimonio della Lega? “E vorrei vedere il contrario, basta con questa storia della sinistra che si appropria delle date delle nostre vicende. Attenzione, lo stesso discorso vale per il Primo maggio e il 2 giugno”. “Alle elezioni prossime venture noi andremo con Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi – osserva – e, mi auguro, tante liste civiche. La nostra appartenenza a un preciso campo non è in discussione”. Su Open Arms: “Io dico solo una cosa, al di là della difesa legale: ho solo svolto il mio mestiere, non ne ho tratto vantaggi personali. Anzi. Poi, si può dire che ho sbagliato, ma votare, come hanno fatto Pd e grillini, per mandarmi a processo è ingiusto”; Letta fotografato con la felpa di Open Arms, riferisce Salvini “si è scusato per averla indossata con un messaggio via whatsapp. Ma dobbiamo lavorare insieme e non farei tali mosse con chi mi vuol mandare in galera”.

A proposito di Letta: ci siamo detti “un sacco di cose. Tra cui la necessità dei 40 miliardi cui accennavo prima. Dobbiamo collaborare, ma per ora lasciamo da parte ius soli e legge Zan“.