Quando lo intervistiamo, Giulio Deangeli ci risponde dall’Università di Cambridge dove sta tenendo un dottorato per cui si è guadagnato da poco ben cinque borse di studio. Giulio, 26 anni, è un’eccellenza italiana nel mondo, ed è da record: si è laureato 4 volte in 4 mesi all’Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna. L’ultima è la laurea magistrale in Biotecnologie molecolari, dopo quelle in medicina, ingegneria e biotecnologie. Sempre, naturalmente, con il massimo dei voti perché, ci racconta nell’intervista di Antonio Santamato, “se devi fare una pazzia come la mia, devi farla bene”.

Il suo obiettivo è sconfiggere le malattie neurodegenerative e studia duramente per arrivare un giorno a risultati concreti per la ricerca. Nell’intervista Giulio Deangeli si racconta a tutto tondo e rende partecipi giovani e non, che quando c’è la volontà di arrivare a obiettivi concreti, “si può fare tutto, basta la forza di volontà”. A Edizione Straordinaria, un esempio Straordinario – appunto – di eccellenza nostrana. Che però tiene a ribadire di non essere un “cervello in fuga”: «Amo l’Italia e sono molto legato al nostro Paese».