Confindustria Moda: fatturato 2020 -26%, scende a 72,5 mld

L’industria italiana della moda ha perso 25 miliardi di euro nel 2020 rispetto al 2019. Emerge dal dato preliminare del fatturato, pari a 72,5 miliardi (-26%), presentato dal condirettore di Confindustria moda, Gianfranco Di Natale, in una conferenza stampa online, tracciando un primo bilancio del 2020 e alcune previsioni per il 2021.

“Un calo importante – ha commentato sul fatturato il presidente di Confindustria Moda, Cirillo Marcolin – che fotografa una situazione drammatica, nonostante una ripresa nel quarto trimestre e il fatto che le imprese, anche piccole e medie, pur se meno dei grandi gruppi, hanno mostrato relativa dinamicità, tanto che in 10 mesi la bilancia dei pagamenti raggiunge comunque i 17,4 miliardi”, confermando il settore come il primo contributore alla bilancia commerciale del Paese fra le tre F (Fashion, Food, Forniture) che hanno reso il Made in Italy un’eccellenza in tutto il mondo. Una flessione, quella del 26%, che è comunque, come ha osservato Di Natale, inferiore al -30% atteso, che risulta da uno studio su oltre trecento aziende in Italia effettuato dal centro studi di Confindustria Moda.